mercoledì 31 ottobre 2012

Twitter, Pinterest, Instagram, Whatsapp e Viber: niente paura. Le istruzioni per l’uso facili facili della zia



Mi sono resa conto che crisi e crisi, ma mi hanno regalato un cellulare da paura. Uno smartphone per la precisione. E ora, mio malgrado tutto è sincronizzato. Dico mio malgrado, perché mai avrei immaginato di finire con un simpatico campanello che mi avvisa non solo dell’arrivo di un messaggio, ma anche di qualsiasi notifica dai mille social network e dalle mille App che utilizzo. Beh, oramai è così.

Mi sono resa conto che c’è gente che di social media marketing ci campa e che al contempo c’è gente che, i Social e le App di tendenza, neanche li conosce. Io come al solito sono nel mezzo. Ma questo per ovvi motivi legati al mio segno zodiacale.

Mi sono resa conto che alcune parole come Pinterest, Instagram, Whatsapp, fanno paura alla gente come i mostri ai bambini, e invece sono strumenti di diletto e conoscenza utilissimi e interessantissimi.

Mi sono resa conto che sono pur sempre una zia e, ai miei nipoti, devo pur spiegare le potenzialità di questi strumenti sul proprio telefono. Devo pur mettere la pulce nell’orecchio, come al solito.

Twitter

Sul mondo degli uccellacci (lo chiamo così perché twitter significa cinguettìo) vado veloce. Lo faccio perché mi sono già dilungata in un altro post (http://paroladiziacin.blogspot.it/2012/05/twitter-un-sentiero-senza-mattoni.html). La faccio semplice: Twitter è un modo di rimanere sempre connessi con tutto il mondo.
1.    In home trovi le notizie random di tutti gli utenti iscritti, focalizzate, però, sui campi d’interesse che hai segnalato al momento dell’iscrizione.
2.    Cliccando sul tuo nome utente hai la possibilità di vedere il tuo profilo. Cioè tutti i tweet che hai scritto tu e quelli indirizzati direttamente a te.
3.    Puoi scrivere un tweet (post) rispettando la lunghezza massima di 140 caratteri e allegandoci una foto oppure un link.
4.    Per indirizzarlo direttamente a uno o più utenti, basta mettere la chiocciola e il nome del tuo amico, seguito dal messaggio.
5.    Per quanto riguarda i tweet degli altri, sotto ognuno di essi troverai le opzioni per aggiungerlo ai tuoi preferiti (tutti possono vedere la tua lista preferiti), retwittarlo, ossia prenderlo così com’è e metterlo sulla tua bacheca, oppure rispondere direttamente a quel tweet.
Questo flusso di notizie è così veloce e naturale che ne diventerai schiavo, vedrai. Ps: non farti spaventare dagli hashtag, i famosi cancelletti. Indicano solamente l’argomento di cui si parla. Piuttosto evita di fissarti con il numero dei follower (persone che ti seguono, “amici di twitter”) come si faceva su Facebook una volta. E’ da sfigati, te lo volevo dire.

Pinterest
Questo forse è quello che preferisco. It’s easy! AVVERTENZA: Mi servo della terminologia di Facebook affinché comprendano tutti.
1.    Scegli le categorie che t’interessano (moda, viaggi, humor, tecnologia, ecc).
2.    Ti arrivano le notizie inerenti a tali argomenti sotto forma di mattonella. Una mattonella che contiene due cose: una foto inserita dall’utente sorgente e un suo commento.

3.     Come su fb puoi mettere mi piace (Like), commentare o condividere sul tuo profilo (qui si dice Ripinnare, Comando “Ripin”).
4.    Puoi inoltre creare delle cartelle (Board) dove inserire i tuoi contenuti. Carichi una foto e metti un commento. E’ fatta.
5.    Quando decidi di seguire un utente (Followarlo), poi, la “home” di Pinterest ti consente di vedere i suoi nuovi Pin (post).
6.    Da ricordare: Il Pin non è proprio come il post di Facebook, perché prevede sempre un’immagine.
7.    A cosa serve Pinterest? A chi ha “sete di canoscenza” oppure a chi vorrebbe condividere le proprie immagini non per forza con gli amici, che ovviamente hanno tutti interessi differenti, ma con persone che siano interessate ad un argomento specifico.
8. Disponibile come app su smartphone, ma anche su www.pinterest.com

Instagram

Partendo dalla barra in basso che vedi appena accedi:
1. Con il simbolo della macchinetta fotografica carichi una foto o la scatti al momento. Con il simbolo, accanto, del panorama, la modifichi. Hai a disposizione degli effetti molto semplici, ma fichissimi. Scrivi un commento alla foto e la geotagghi, cioè specifichi il luogo dove è stata scattata (se vuoi).
2.  Cliccando sul simbolo della casetta (la tua home), vedrai tutte le foto pubblicate da te e quelle dei tuoi amici che ti piacciono.
3. Cliccando sul simbolo della rosa dei venti (sempre se quello è), vedi le foto pubblicate da utenti random, oppure cerchi utenti conosciuti.
4. Con il simbolo del cuore nel fumetto, vedi cosa piace ai tuoi amici e chi ti segue.
5. Il simbolo del riquadro delle notizie ti permette di accedere ad un menu di info varie che riguardano il tuo profilo.
6. Sotto ogni foto pubblicata da un amico troverai due simboli: il cuore nel fumetto ti permette di far capire che ti piace e si colora di rosso, il fumetto di commentare l’immagine.
7. In alto a destra due simboli. Con la lente d’ingrandimento cerchi gli utenti che conosci o che fanno parte dei tuoi amici Facebook. Con i tre puntini apri il menu delle impostazioni.

Disponibile come app per smartphone, ma anche su www.instagram.com

WhatsApp
Questo strumento ti consente di inviare, tramite cellulare, messaggi di testo agli utenti che dispongono dello stesso programma (è necessario che il tuo smartphone supporti il sistema operativo Android ma esiste anche con IOS di Apple)(me l'ha detto un amico). I messaggi che invii tramite Whatsapp possono contenere testo, foto oppure video e..rullo di tamburi…sono aggratis! Quanto ci piace questa parola!
Ora, utilizzarlo è molto semplice.
1.      Una volta lanciato, il menu delle impostazioni è su un tasto imprecisato del tuo telefono (dipende dal telefono) e ti permetterà di impostare un tono specifico per le notifiche, creare gruppi, impostare il vostro stato, ecc. Sul mio Samsung Galaxy SII è sul tasto in basso a sinistra.
2.      La lente d’ingrandimento in alto a destra ti consente di cercare un utente.
3.      La matita in alto a destra ti consente di visualizzare tutti gli utenti, presenti nella tua rubrica telefonica, che utilizzano Whatsapp.
4.      Con ognuno di loro messaggiare sarà facilissimo. Basterà cliccare sul contatto.

Al momento è gratuito, ma si pagherà presto. Il costo è comunque irrisorio. circa 89 centesimi ALL'ANNO e circa 3 euro per 5 ANNI! 

Viber

Viber, come Whatsapp ti permette di comunicare gratuitamente. La differenza è che ad essere gratis non sono solo i messaggi, ma anche le chiamate.
1.      La prima volta che lo apri, inserisci il tuo numero di telefono.
2.      Contestualmente, Viber ti invia un sms con un codice che inserirai durante la procedura di iscrizione.
3.      Inserisci la tua foto e il tuo nome utente.
4.      Sei dentro e hai a disposizione una piccola barra di menu in basso.
5.      Con il primo tasto a sinistra, quello del fumetto, invii messaggi.
6.      Con il tasto dell’orologio apri il registro chiamate.
7.     Con il tasto Contatti apri l’elenco dei tuoi contatti, differenziati tra quelli della tua rubrica telefonica e quelli dei tuoi amici che utilizzano Viber. L’ultimo tasto a destra (Altro) ti consente di aprire il menu delle impostazioni.

Ecco gli strumenti di cui non potrai fare più a meno, oppure senza i quali continuerai a vivere benissimo. Dipende da te. Spero comunque di essere stata utile.

Un’affezionata Zia Cin di quartiere
Posta un commento
Si è verificato un errore nel gadget

Nipoti